DONATORI DI SANGUE GAY, GAYLIB: “L’EUROPA RACCOMANDA DI NON DISCRIMINARE MA DISCRIMINA”

Cs –

francia“Con la sentenza che dà ragione alla Francia sul divieto per i gay di donare sangue, la Corte di Giustizia europea raccomanda di non discriminare, ma di fatto sta discriminando. E’ scandaloso che siano proprio i giudici europei a punire una categoria di persone e non i comportamenti a rischio, per di più rifacendosi a dati di sette anni fa, cosa che in medicina significa rifarsi al Medio Evo”. Con queste parole il presidente di GayLib Enrico Oliari commenta la decisione dei giudici europei di assecondare la legge della Francia sullo stop alle donazioni di sangue gay, che sarebbero, secondo i ricercatori francesi, di rischio per contagio Hiv superiore di 200 volte rispetto alle persone eterosessuali”.
“E’ sconvolgente – ha ripreso il segretario dell’associazione dei gay di centrodestra Daniele Priori – pensare che se un classicissimo marito eteroaffettivo va con decine di prostitute e contrae l’Hiv, ma anche Continua a leggere…


FINI, GAYLIB SALUTA CON FAVORE L’IPOTESI DI UN RITORNO IN POLITICA DELL’EX LEADER DI AN: “SAREBBE UN ULTERIORE BENEFICIO AL DIBATTITO SUI TEMI ETICI CHE LUI PER PRIMO HA SDOGANATO A DESTRA”

Cs –

fini gianfranco 2“Un ritorno di Gianfranco Fini in politica sarebbe di gran beneficio al dibattito su libertà e diritti civili delle persone gay e lesbiche e delle coppie omoaffettive che con determinazione la nostra associazione continua a portare avanti nel centrodestra italiano”.
Con queste parole il segretario nazionale di GayLib, Daniele Priori commenta le dichiarazioni rese dall’ex presidente della Camera e leader di An alla trasmissione Roma Ore 10 di Francesco Vergovich in onda su TeleRadioPiù.
“Non abbiamo mai rinnegato le nostre scelte compiute negli ultimi cinque anni di sostenere le posizioni sui temi etici del presidente Fini” aggiunge il presidente di GayLib, Enrico Oliari
“Come associazione stiamo sostenendo l’operato coerente e coraggioso dell’ex ministra Mara Carfagna Continua a leggere…


UNIONI CIVILI, GAYLIB SI APPELLA AI SENATORI DI FORZA ITALIA: IN AULA PRODUCANO EMENDAMENTI SULLA SCORTA DEL DDL CARFAGNA. VOTO CONTRARIO IN COMMISSIONE NASCE SOLO DALLA ROTTURA DEL PATTO DEL NAZARENO AVVENUTA PER COLPA DI RENZI. ORA BASTA IDEOLOGIE SUI DIRITTI DEI CITTADINI GAY E LESBICHE

Cs –

“Auspichiamo che i senatori di Forza Italia in aula mettano a frutto il lavoro del Dipartimento Libertà Civili e Diritti Umani del partito sul ddl Carfagna per le unioni omoaffettive e producano in aula emendamenti in questo senso. Il voto contrario in Commissione speriamo sia solo il frutto della sciagurata rottura del patto del Nazareno avvenuta, lo ricordiamo, per colpa dell’arroganza del premier Renzi. In ogni caso la buona notizia c’è: si va avanti nel cammino verso il riconoscimento delle unioni civili in Italia. Segno che nemmeno i giochini della politica, un tempo fatali per le istanze della comunità gay e lesbica italiana, possono più fermare la voglia di andare verso l’Europa che c’è nella maggioranza degli italiani che non stanno solo a sinistra”.
Con queste parole il segretario nazionale di GayLib, Daniele Priori commenta l’approvazione in Commissione al Senato del ddl Cirinnà sulle unioni civili.
“Agli amici delle associazioni di sinistra, quelli del pensiero unico e dell’ideologismo lgbt che non ci interessa – aggiunge il presidente di GayLib, Enrico Oliari – vogliamo ricordare tutte le volte nelle quali, durante gli ultimi anni, noi militanti gay liberali di centrodestra c’eravamo e loro no: alla Corte Costituzionale a difendere il matrimonio egalitario, dal Capo della Polizia a dare vita all’Oscad, il prezioso strumento di difesa della comunità gay, lesbica e trans sancito da un decreto del compianto Antonio Manganelli e non da ultimo nei partiti del centrodestra, Lega compresa a difendere i diritti di una parte di cittadini che non ha colore politico, è ovunque. Così come sono ovunque – va avanti Oliari – anche in Forza Italia istanze forti, come quelle del Dipartimento Libertà Civili e Diritti Umani di Mara Carfagna, a favore dell’affermazione di diritti e doveri per i cittadini gay e lesbiche e le loro formazioni sociali che sono e saranno unioni omoaffettive. Questo sarà il contributo di Forza Italia e del centrodestra alla legge sulle unioni civili che, sono certo – conclude il presidente di GayLib – giungerà anche da Forza Italia. La nostra associazione, come fa da quasi vent’anni, non mollerà certo ora”.


UNIONI CIVILI, GAYLIB: “CARFAGNA STA REALIZZANDO IL NOSTRO SOGNO: DIMOSTRARE CON I FATTI CHE I DIRITTI DEI GAY NON SONO SOLO DI SINISTRA”

Cs –

carfagna“L’onorevole Mara Carfagna sta compiendo un lavoro fondamentale: sradicare l’idea che essere favorevoli e operare apertamente per i diritti civili di lesbiche e gay sia qualcosa di sinistra. E’ un tema di tutti su cui, da responsabile del Dipartimento Libertà Civili e Diritti Umani di Forza Italia, l’ex ministro delle Pari Opportunità presenta giustamente una sua proposta di legge forte e chiara a favore dei diritti delle coppie omoaffettive ad affermare un processo di maturazione in senso liberale che dentro Forza Italia è ormai compiuto”.
Con queste parole il segretario nazionale di GayLib, Daniele Priori saluta la presentazione della proposta di legge Carfagna sulle unioni civili che giunge alla vigilia dell’atteso convegno a tema in programma lunedì pomeriggio alla Camera dei deputati. Continua a leggere…


UNIONI CIVILI, GAYLIB: “FORZA ITALIA GRAZIE A BERLUSCONI E CARFAGNA STA COMPIENDO IL GRANDE PASSO VERSO I DIRITTI DI TUTTI. CHI E’ GASPARRI PER GIUDICARE?”

Cs –

gasparri maurizio“Chi è Gasparri per giudicare?” L’associazione GayLib cita indirettamente le parole di Papa Francesco per rispondere alle ultime dichiarazioni del senatore ex An in materia di diritti civili che giungono alla vigilia del convegno “Unioni Civili, una nuova primavera dei diritti” in programma lunedì alla Camera e organizzato dal Dipartimento Libertà Civili e Diritti Umani di Forza Italia.
“Il fatto che Gasparri chieda un confronto sul tema dei diritti civili in Forza Italia è comunque una novità positiva – dichiara il presidente dell’associazione gay di centrodestra, Enrico Oliari – in quanto prima insultava e basta. Purtroppo le parole e i toni con i quali lo fa non riescono a non trasudare l’insensibilità tipica degli omofobi verso un tema, il riconoscimento delle unioni omoaffettive, per il quale il Parlamento Continua a leggere…


DOLCE E GABBANA: GAYLIB, CONTRARI A BOICOTTAGGIO GRIFFE. PRONTI A CONSEGNARE A STILISTI NOSTRA TESSERA ONORARIA

Ansa

dolce e gabbana“Gli stilisti Dolce&Gabbana sono stati gli unici, sia pure con parole forse troppo forti, a trovare il coraggio di dire no a un pensiero unico fuorviante e mistificatorio che una parte del movimento gay vorrebbe imporre a tutti gli omosessuali. Per questa ragione noi siamo assolutamente contrari alla campagna internazionale liberticida di boicottaggio della nota griffe e anzi, senza la necessita’ di condividere ogni parte del pensiero espresso dagli stilisti in materia ma in una ferma e convinta difesa del bene supremo e primario che e’ la liberta’ d’espressione, lanciamo un altro hashtag: #SiamoTuttiDolce&Gabbana e siamo pronti a consegnare ai due stilisti la tessera onoraria della nostra associazione”.Lo affermano in una nota congiunta il presidente di GayLib, Enrico Oliari e Daniele Priori, segretario nazionale dell’associazione dei gay liberaldemocratici e di centrodestra. Continua a leggere…


EXPO E FAMIGLIA, GAYLIB: “LA FAMIGLIA NON E’ UNA SOLA, LA LIBERTA’ D’ESPRESSIONE SI’. SOLIDALI CON LA RIVISTA TEMPI PUR RIMANENDO CONTRARI AL CONVEGNO DI OGGI”

Cs – 

maggioni luca“La famiglia non è una sola, la libertà d’espressione sì. Per questo pur essendo contrari alla proposizione di base del convegno organizzato oggi a Milano dalla rivista Tempi, difendiamo la loro libertà di tenerlo almeno quanto la libertà democratica di contestare, verso la quale ci sentiamo più vicini, dei ‘sentinelli gay’ che stazioneranno all’esterno. Contestualmente, pur continuando a manifestare appunto il nostro dissenso, intendiamo condannare il gesto di chi ha attentato con scritte offensive e escrementi alla libertà di opinione della redazione di Tempi”.
Con queste parole il segretario nazionale di GayLib, Daniele Priori interviene a poche ore dall’inizio della manifestazione sulla famiglia che ha utilizzato il logo dell’Expo e vedrà la partecipazione del presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni.
Roberto Maroni è stato il miglior ministro degli Interni nell’ultimo decennio” aggiunge il vicepresidente di GayLib, Luca Continua a leggere…


Dal Msi al GayLib: Intervista ad Enrico Oliari

di Paola Rais – Politica Vera, 30 nov 14 –

oliari fi 3Cosa ha significato per Lei militare in Alleanza Nazionale senza nascondere la sua omosessualità e quali difficoltà o ostilità ha incontrato? “Io vengo dal Movimento Sociale Italiano e non ho mai ritenuto che una persone omoaffettiva non possa avere cari i valori della destra. Ad un certo punto fui espulso dal Msi e poi reintregrato per volontá di Gianfranco Fini e della Mussolini. Mentre in Alleanza Nazionale avevo trovato il mio spazio politico, tanto è vero che sono stato consigliere comunale. Attualmente non mi riconosco in alcun partito “.

Inizia così il percorso politico di Oliari, omoaffettivo dichiarato e di destra, in tempi in cui dichiararsi gay e dichiararsi di destra non era certo facile. Oliari è un infermiere, un giornalista pubblicista, uno storico ed uno scrittore, una persona intelligente e di grande cultura. Egli, ha dedicato gran parte della sua vita ad battaglia importantissima: dare una casa agli omosessuali di destra e con questi, portare la tematica all’attenzione dei politici dell’area per poi giungere Continua a leggere…


GayLib sponsor del Patto del Nazareno

Termometropolitico, 7 nov 14 – 

gaylib-bandiereIl patto del Nazareno “scricchiola”. Le parole del premier hanno suscitato polemiche sia sul fronte politico che su quello sociale. Ma se da Forza Italia guardano con scetticismo alle dichiarazioni di Renzi (“E’ solo un bluff” ha detto Berlusconi ai suoi), ci sono enti che temono le conseguenze di uno scioglimento del famoso “patto”. Tra questi l’associazione GayLib (gay liberaldemocratici di centrodestra) guidata da Daniele Priori che sul suo profilo Facebook ha chiamato alle armi i propri affiliati lanciando l’hashtag #Nazareniamoci.
“Al momento – prosegue – interviene il presidente di GayLib, Enrico Oliari – un cedimento o una rottura del patto del Nazareno può essere rischioso anche per la annunciata proposta di legge del governo sulle unioni omoaffettive. Sui diritti civili che non sono secondari, infatti a Renzi serve l’appoggio che il partito di Alfano potrebbe non dargli. Per cui oggi serve davvero che questo confronto continui. Un confronto che tra l’altro – conclude Continua a leggere…


MATRIMONIO GAY, DOPO LA SFILATA DI MODA PARLA IL CANTAUTORE CIRI CECCARINI: “ORA SOGNO DI ESIBIRMI DI FRONTE AL PRESIDENTE BERLUSCONI E A FRANCESCA PASCALE”

ciriceccarin1“Adesso vorrei cantare ‘Sono ciò che sono’ davanti al presidente Silvio Berlusconi e a Francesca Pascale”.
A parlare è Ciri Ceccarini, cantautore e showman, responsabile Musica e Spettacolo di GayLib, da sempre impegnato sul fronte dei diritti civili. Il suo brano è stato inno del Gay Pride nazionale di Genova nel 2009.
Ciri parla all’indomani dell’esibizione nella prima sfilata d’alta moda per sposi gay “Lei sposa Lei, Lui sposa Lui” tenuta dalla maison Celli Alta Moda che ha aperto l’edizione 2014 di ForWedding in corso alla Nuova Fiera di Roma.
“E’ stato particolarmente emozionante vedere come la moda, la musica, la politica in un solo giorno abbiano deciso di andare nella stessa direzione, quella tanto attesa dei diritti civili per le coppie omoaffettive” dichiara Ceccarini. Continua a leggere…